Edward Hopper

Ascoltare, Attendere, Includere (Modalità d’intervento nell’ambito della relazione d’aiuto)

Destinatari: Il Workshop è rivolto a Insegnanti di sostegno, educatori, maestri d’asilo, studenti in formazione, logopedisti, psicomotricisti, musicoterapeuti, artiterapeuti, e a qualunque persona impegnata nell’ambito della relazione di aiuto che desidera esplorare e sperimentare modalità d’intervento basate sul linguaggio analogico e nuove forme di consapevolezza e di ascolto.

Durata: 6 ore

Abstract

Bruner definisce la creatività come l’orizzonte più autentico della conoscenza, dove processi cognitivi e affettivi, in modo congiunto, danno vita a un gesto, atto o serie di azioni che vanno oltre l’intenzione per giungere a un cambiamento e a una trasformazione. Il laboratorio “Attendere, Ascoltare, Trasformare” vuole offrire agli operatori impegnati nella relazione di aiuto uno spazio – protetto e non giudicante – dove conoscere e sperimentare – attraverso il suono, il movimento, materiali di varia natura e l’utilizzo di canali espressivi appartenenti a linguaggi analogici - modalità d’intervento che hanno come elemento fondante l’ascolto empatico; lavorare quindi, per tutta la durata del laboratorio, sulle proprietà “terapeutiche” della creatività, intesa come capacità di unire elementi esistenti con connessioni nuove.

Un approccio espressivo – formativo che ha come finalità quella di potenziare le abilità espressive – creative e di grounding, funzionali per mantenere uno stato di presenza e di ascolto empatico durante l’intervento. Il Workshop avrà come temi:

• Movimento Espressivo: (il corpo verrà presentato come strumento relazionale e potenziale strumento creativo - espressivo).

• Centratura Emotiva dell’operatore (Verrà posta l’attenzione sulla fragilità e la vulnerabilità dell’operatore, al fine di proporre strumenti funzionali alla tutela della sua emotività, soggetta a stress e continui carichi emotivi e Burn - out).

• L’importanza “terapeutica” dell’attesa (lavorare sui tempi di attesa e sul modo in cui pensare e ideare un intervento che sia capace di rispettare l’altro e creare le basi per un vincolo relazionale) • L’ascolto Empatico (si lavorerà sulle capacità di ascolto e si sperimenteranno tecniche specifiche per creare il vincolo relazionale)

• La creatività (le potenzialità terapeutiche della creatività intesa come capacità di unire elementi esistenti con connessioni nuove).

• Il Processo Trasformativo (la fase finale di ogni intervento dove l’operatore mette in atto processi trasformativi finalizzati al miglioramento della qualità della vita dell’utente).

Obiettivi

• Stimolare e valorizzare la creatività;

• Valorizzare il corpo e sperimentare nuove forme di consapevolezza;

• Rafforzare il senso di cooperazione;

• Valorizzare l'affettività e l’ascolto empatico;

• Prevenire disagi/malesseri derivanti dalla vita professionale, rafforzando la proattività individuale e organizzativa

Competenze Acquisite

•Capacità empatiche per favorire e migliorare l'inclusione;

• Capacità di ascolto di natura non verbale basate prevalentemente sul linguaggio analogico;

• Strumenti espressivi finalizzati a facilitare la relazione e il vincolo relazionale;

• Una maggiore consapevolezza dei propri mezzi, funzionale per prevenire disagi, situazioni di malessere o Burn - Out;

 

Fabio Modica