Nicola De Maria

Il Gioco Del Corpo nel Teatro

Destinatari: Attori, Danzatori, Moderatori Corporei, Attori e danzatori in formazioni, musicoterapeuti e danzamoviumentoterapeuti, teatroterapeuti

Durata: 4 ore

Materiali utilizzati: Strumenti Musicali, Stoffe, Corde, Palloncini, Manichini, colori, fogli, elastici, aste.

Abstract

Antonin Artaud scrive:“bisogna ammettere nell'attore l'esistenza di una sorta di muscolatura affettiva corrispondente alla localizzazione fisica dei sentimenti". Una Frase che mette in evidenza la priorità e il ruolo centrale che il corpo assolve nel teatro, e di come l’emotività, affettività vengono esternate, modificate e trasformate attraverso la plasticità del corpo. Il Gioco del Corpo nel Teatro vuole offrire ai partecipanti un luogo - protetto e non giudicante - dove sarà possibile entrare in contatto con canali espressivi appartenenti al linguaggio analogico, e sperimentare, attraverso il suono, il ritmo, la voce e l’espressività corporea, nuove forme di consapevolezza. Nelle quattro ore di laboratorio i partecipanti sperimenteranno tra le diverse tecniche che verranno proposte quella del grounding (radicamento), finalizzata a migliorare il rapporto con se stessi e con il proprio corpo, al fine di affinare il modo in cui si esplora, si condivide e si prende possesso dello spazio (presenza scenica e corporea). Verranno inoltre proposte esperienze dove verranno utilizzati gli strumenti musicali, colori, fogli, il movimento espressivo e tecniche che avranno come elemento fondante la voce, al fine di esplorare elementi espressivi appartenenti alla sfera del non verbale e al linguaggio analogico. Sperimentando il non verbale i partecipanti potranno esplorare con consapevolezza il proprio rapporto con se stessi e mediante il silenzio e la gestualità, verranno proposte esperienze atte a migliorare la centratura emotiva e il benessere psicofisico della persona. Durante il laboratorio verranno proposte inoltre esperienze che faranno riferimento alla scrittura creativa e all’improvvisazione libera, al fine di valorizzare l’improvvisazione teatrale e narrativa dei partecipanti. La musica, gli strumenti musicali, la scrittura creativa, stoffe, maschere, colori e corde saranno il corollario di un’esperienza che vuole migliorare i livelli di consapevolezza dei partecipanti e valorizzare il proprio potenziale espressivo e creativo. Per di più verrà proposta la storia corporea, un viaggio intimo che guiderà i partecipanti verso una dimensione creativa ed esplorazione grafica e corporea dello spazio. Il corpo e il segno grafico tracceranno un percorso corporeo- espressivo sul grande foglio e le tracce incise sulla superficie del foglio metteranno in evidenza il modo in cui la persona, il ragazzo, il bambino si approccia allo spazio.

Temi affrontati

• Eutonia, Armonizzazione corporea e Movimento libero

• Il Lento e il Veloce

• Ascolto Empatico e Gesto Consapevole

• Presenza Corporea e Grounding

• Libera Improvvisazione Corporea

• Storia Corporea

Metodologia

• Libera Improvvisazione Sonoro Musicale

• Scrittura creativa

• Musicoterapia Attiva, Teatroterapia e Danzamovimentoterapia e Arteterapia

• Espressività Corporea

• Scrittura Creativa

• Performance Art

Sandro Martini