Pablo Picasso

Danzare con Gentilezza

(Ascoltare - Accogliere – Esprimere)

Destinatari: Ballerini/e in formazione

Durata: 4 ore

Materiali Utilizzati: Nastrini, stoffe, maschere, colori, fogli e strumenti musicali.

 

 Abstract

   “Colui che danza cammina sull’acqua e dentro una fiamma”

                                   

“Colui che danza cammina sull’acqua e dentro una fiamma” Federico Garcia Lorca “Colui che danza cammina sull’acqua e dentro una fiamma” scrive Garcia Lorca, una frase che ci fa comprendere quanto sia complesso, viscerale e delicato il movimento che mette in atto un ballerino. Complesso poiché comporta padronanza, eutonia, espressività e conoscenza. Viscerale in quanto è un movimento che nasce nella nostra interiorità e infine delicato, poiché si spoglia di qualsiasi eccedenza per poi mostrarsi nella sua nudità ed essenzialità. Ma che legame esiste tra questa complessa e profondissima essenza e la personalità di colui che si avvicina o che pratica la danza costantemente? Un movimento per nascere e per essere portato a compimento e accompagnato da consapevolezza e cioè la conoscenza dei propri mezzi e dei propri limiti, disponibilità, e cioè la predisposizione da parte dell’allievo a denudarsi, a spogliarsi di tutto ciò che risulta essere in eccedenza e a predisporsi soprattutto – elemento spesso trascurato – alla gentilezza. Che relazione esiste tra un’arte come la danza e la gentilezza? La severità, i giudizi su se stessi, la rigidità, la poca consapevolezza nei propri mezzi, sono elementi che minacciano l’equilibrio di allievi in un età compresa tra i 10 e i 13 anni, poiché è un periodo della vita della persona connotato in modo significativo dal cambiamento costante sul fronte fisico e psichico e dalla crisi, nel suo significato etimologico di decisione, separazione, conflitto, divisione, scelta e prova. In un periodo come questo l’allievo vive normalmente situazioni di accresciuta vulnerabilità che, se accolte con attenzione e cura generano una rafforzata potenzialità. Il workshop “Danzare con Gentilezza” vuole offrire strumenti, esperienze e pratiche per sperimentare nuove forme di consapevolezza e relazionarsi in maniera profonda e consapevole, con la gentilezza al fine di attuare modelli di comportamento meno severi e più funzionali all’apprendimento. Oltre a ciò verranno proposti Training espressivi per valorizzare l’espressività corporea, la creatività e performance artistiche funzionali a conoscere in maniera più profonda le proprie potenzialità espressive

Obiettivi

• Valorizzare e stimolare la gentilezza e l’empatia

• Stimolare nuove forme di consapevolezza

• Valorizzare la creatività mediante utilizzo dei materiali

• Rafforzare l’idea di gruppo

• Stimolare e valorizzare l’espressività corporea

Metodologia

• Libera Improvvisazione Sonoro Musicale

• Scrittura creativa

• Musicoterapia Attiva, Teatroterapia e Danzamovimentoterapia e Arteterapia

• Espressività Corporea e corpo libero 

• Performance Art

August Macke